Pastorale Familiare

Cura

“Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”                                           

Qualunque sia il nostro peccato, la nostra colpa, lo sguardo di Dio è e sarà per noi sguardo di Padre, abbraccio di misericordia. Allora la speranza si fa strada nella nostra vita.

La coppia collabora con Dio con il dono dell’amore che genera vita e legami.

Dare la vita è aprire il cuore e prendersi cura della vita è spendersi con tenerezza e calore per gli altri, portare nel mio cuore l’interesse per gli altri (Papa Francesco)

La casa è il luogo privilegiato dove si impara ad ascoltarsi, a condividere, a sopportarsi, a rispettarsi, ad aiutarsi, a prendersi cura l’uno dell’altro, a sostenersi nei momenti difficili e duri della vita familiare (Amoris Laetitia 274-279).

Educare è esserci, accompagnarsi in tutte le tappe del cammino, incluso il dolore e il cambiamento, è un dono tra generazioni che rappresenta una cura nel tempo, non richiede restituzioni e lascia libero l’altro.

abbiamo proposto di ascoltare queste canzoni

Gesù ci invita ad essere luce, cioè mettere noi, le nostre paure, i nostri desideri, le nostre esigenze in secondo piano e dedicarci a chi ci sta vicino in famiglia, al nostro partner, ai nostri figli e a tutti coloro che accogliamo nella nostra vita.

“Ricordiamo le tre parole-chiave per vivere in pace e gioia in famiglia: permesso, grazie, scusa. La famiglia insegna a non cadere nell’individualismo e equilibrare l’io con il noi. E’ lì che il prendersi cura diventa  un fondamento dell’esistenza umana e un atteggiamento morale da promuovere attraverso i valori dell’impegno e della solidarietà”  (Papa Francesco)

 
I bambini imparano ciò che vivono
 Se il bambino vive nella critica, impara a condannare.
 Se vive nell’ostilità, impara ad aggredire.
 Se vive nell’ironia, impara la timidezza.
 Se vive nella vergogna impara a sentirsi colpevole.
 Se vive nella tolleranza impara ad essere paziente.
 Se vive nell’incoraggiamento, impara la fiducia.
 Se vive nella lealtà, impara la giustizia.
 Se vive nella disponibilità, impara ad avere fede.
 Se vive nell’approvazione, impara ad accettarsi.
 Se vive nell’accettazione e nell’amicizia, impara a trovare l’amore nel mondo

Dorothy Law Nolte 

Questa situazione di emergenza sta chiedendo molto alla famiglia che deve rispondere con creatività e flessibilità. Tutto è rientrato dentro le mura domestiche, tutto resta all’interno delle relazioni familiari, scrigno prezioso per l’aiuto o prigione di silenzi e conflitti nascosti

abbiamo quindi proposto di guardare il video su YouTube “Ad ogni famiglia” di don Luigi Verdi e i seguenti spunti di riflessione:

  • Questa coscienza che Dio ci ama comunque e diventa la nostra salvezza, nei momenti difficili e anche in quelli belli ed è il nostro punto di riferimento, ci appartiene oppure facciamo fatica a concretizzarla?
  • La famiglia è una grande palestra di allenamento al dono e al perdono reciproco senza il quale nessun amore può durare a lungo. Siamo capaci di perdonarci e di perdonare?
  • Desideriamo essere sinceri ed autentici, perché siamo fatti dalla e per la  verità. Ma a volte la verità è esigente e impegnativa: riconoscere che non ce la facciamo o che abbiamo sbagliato, può sembrare uno smacco per il nostro orgoglio e preferiamo far finta di niente. Impariamo a chiedere scusa!Noi siamo Nicodemo quando? Quando vediamo i nostri figli come ci comportiamo con loro di fronte ai dubbi, alla ricerca di testimonianza…? Come genitori come ci mettiamo di fronte alla diversità dei nostri figli, li vediamo come strade nuove per arrivare a valori autentici oppure…?
  • Noi siamo Nicodemo quando? Quando vediamo i nostri figli come ci comportiamo con loro di fronte ai dubbi, alla ricerca di testimonianza…? Come genitori come ci mettiamo di fronte alla diversità dei nostri figli, li vediamo come strade nuove per arrivare a valori autentici oppure…?