Le 50 parole dell’amore

Le 50 parole dell’amore

“Tutto quanto è stato detto non è sufficiente ad esprimere il vangelo del matrimonio e della famiglia se non ci soffermiamo in modo specifico a parlare dell’amore. “ Queste le prime frasi che troviamo nel capitolo IV di Amoris Laetitia, esortazione apostolica che Papa Francesco ha donato cinque  anni fa e che quest’anno ci chiede di approfondire, promuovere in preparazione al X Incontro mondiale delle famiglie che si terrà a Roma il prossimo anno.

La Commissione Regionale di Pastorale famiglia ha voluto preparare un sussidio, lavorando in particolare sul capitolo IV che ci parla della quiotidianità dell’amore partendo dall’Inno alla carità di San Paolo:  nella vita familiare “c’è bisogno di coltivare “ quella carità coniugale che unisce gli sposi, quella forza dell’amore che permette di lottare contro le avversità, attraverso il dialogo, la tenerezza, la reciprocità, la preghiera, rinnovando ogni giorno la promessa del giorno delle nozze “Io accolgo te”.

Gli Uffici di Pastorale Familiare delle sette Diocesi liguri si sono messi al lavoro e hanno voluto offrire, accanto ai contributi del Dicastero vaticano per i laici, la famiglia e la vita, un sussidio multiforme (multimediale e cartaceo), che, mediante la presentazione di parole chiave del testo di Amoris Laetitia, sia un contributo semplice per la preghiera, la riflessione, il dialogo personale e familiare e, al contempo, un invito alla lettura.

Il sussidio è pensato per la massima diffusione possibile affinché sia utilizzato in famiglia come strumento da condividere in molteplici circostanze. Può diventare utile per le attività di gruppo e di catechesi, in occasione della benedizione delle famiglie o “pillole” per i singoli che volessero approfondire la lettura di Amoris Laetitia.

A partire dal 15 maggio, Giornata Internazionale della Famiglia, sarà possibile leggere il sussidio sulle pagine Facebook e sui siti delle Diocesi Liguri.

A questo link è possibile invece scaricare il libro sotto forma di schede. Sono state pensate per essere utilizzate “settimanalmente” arrivando idealmente al Giugno 2022, mese in cui Papa Francesco incontrerà le famiglie di tutto il mondo.

Condividi: